Gio 30/06 2022

Peppino D’Agostino

in concerto
Peppino D’Agostino
Concerto
Hiroshima Mon Amour

Riconosciuto come uno dei più capaci compositori viventi tra i chitarristi finger style, ma anche cantante, insegnante e showman, PEPPINO D’AGOSTINO torna a Torino per un concerto organizzato da Hiroshima Mon Amour in collaborazione con Folk Club, sul palco di via Bossoli la sera di Giovedì 30 Giugno 2022.

Inutile dire che Peppino c’è l’ha fatta ed è oggi stabilmente nel gotha della chitarra acustica mondiale, e ogni suo ritorno in città è un piccolo grande evento. Il suo nuovo album, CONNEXION, pubblicato nel 2020 da A-Train Entertainment contiene composizioni completamente originali che riflettono il lavoro distillato e la sensibilità artistica di un maestro e compositore virtuoso.

Nato a Messina, cresciuto a Torino, Peppino D’Agostino ha trovato negli Stati Uniti e nella California, dove risiede da circa 30 anni, l’habitat ideale per dar voce al suo virtuosismo chitarristico, inizialmente influenzato da Leo Kottke, Paco de Lucia e Carlos Santana, senza mai dimenticare tuttavia le proprie origini, come testimonia “Made in Italy”, uno dei più recenti ed apprezzati lavori discografici.

Peppino D’Agostino emerge sulla scena della chitarra acustica agli inizi anni ’80 quale esponente di spicco della seconda ondata dei grandi fingerstylist che hanno contribuito a ridefinire lo strumento negli anni ‘90. Il suo virtuosismo e la sua carica emotiva hanno un’influenza notevole sulla giovane generazione di chitarristi fingerstyle, ma Peppino non cessa mai di evolvere e crescere, in un modo che sarebbe stato difficile prevedere anche quando stupiva con l’intensità e la bellezza della sua musica in album quali Acoustic SpiritClose to the Heart e Every Step of the Way, che nel 2008 viene nominato uno dei migliori CD di chitarra acustica di tutti i tempi dai lettori della prestigiosa rivista americana Acoustic Guitar Magazine.

Dal suo debutto discografico Bluerba (1981), D’Agostino ha pubblicato 19 album, si è esibito in più di 35 Paesi, è stato ospite nei più prestigiosi festival internazionali e ha suonato in teatri di fama mondiale. Spesso affianca importanti artisti in tutto il mondo, tra cui Tommy Emmanuel, Leo Kottke, Martin Taylor e Eric Johnson.